Villaggi rurali

Contesto

Le attività di Children of Africa nei villaggi rurali in Kenya iniziano nel 2006 grazie alle adozioni a distanza. Al momento siamo presenti in quattro villaggi rurali: Jaribuni e Makombeni, nella contea di Kilifi e Majoreni e Mwamose, nella contea di Kwale.

I quattro contesti, pur essendo variegati ed ognuno con le proprie caratteristiche, presentano tratti comuni: famiglie numerose e spesso mono-genitoriali, tasso ancora molto alto di analfabetismo, scarsa collaborazione di gruppo e povertà diffusa, misurata in termini di accesso all’acqua, al cibo, all’istruzione, alle cure mediche e alla scarsa igiene.

 

Il progetto

Attraverso le adozioni a distanza, sosteniamo i bambini nel loro percorso scolastico. Al termine della scuola secondaria, in base ai risultati e alle attitudini di ciascun ragazzo, li aiutiamo a decidere se intraprendere un percorso professionale o universitario.

Sostenere questi ragazzi nel loro percorso di studi è molto importante per l’intera comunità nella quale vivono. Molto spesso chi riesce a laurearsi o diplomarsi grazie alla nostra fondazione, e di conseguenza a trovare un lavoro, si impegna ad aiutare i propri familiari, sostenendo negli studi i fratelli e le sorelle più giovani. Quando possibile, aiutiamo i ragazzi ad inserirsi nel mondo del lavoro, ad esempio due persone che hanno beneficiato del nostro programma di sostegno a distanza, oggi fanno parte dello staff di Children of Africa in Kenya.

Il nostro progetto si articola su diversi punti

  • Inserimento dei bambini nelle scuole
  • Assistenza sanitaria
  • Sostegno alimentare dove necessario
  • Incontri di pianificazione familiare, educazione all’igiene, empowerment femminile e diritti dei minori
  • Visite domiciliari
  • Avvio di attività generatrici di reddito con i genitori, che monitoriamo tramite incontri regolari

 

Il nostro staff locale lavora costantemente a stretto contatto con le famiglie e con le comunità locali in modo da garantire che il contesto nel quale i bambini adottati a distanza vivono sia sempre adeguato alle loro necessità.

 

Sostenibilità

Grazie ad un finanziamento del Canton Ticino ottenuto tramite FOSIT, stiamo avviando un progetto con i gruppi di genitori dei quattro principali villaggi di provenienza dei nostri ragazzi, chiamato Weaving the Future. Il progetto si pone l’obiettivo di offrire corsi di formazione sull’intreccio e la colorazione delle fibre vegetali per creare oggetti di fruizione locale ed è finalizzato a fornire uno strumento utile per migliorare le condizioni economiche della donna in primis, della famiglia e dell’intera comunità. Al fine di raggiungere gli obiettivi prestabiliti sono previsti anche incontri di empowerment  femminile. ​Il progetto è stato pensato tenendo conto delle abitudini, delle capacità e della cultura locale ed è stato accolto con entusiasmo dai partecipanti.

Al termine del progetto presenteremo alle donne locali la possibilità di trasformare questa nuova competenza in un’attività imprenditoriale, proponendoci come acquirenti di una parte dei loro prodotti, per poi venderli attraverso i canali Emèl.

Numeri e testimonianze

Nel 2019 abbiamo sostenuto attraverso le adozioni a distanza 82 bambini provenienti da 68 nuclei familiari, raggiungendo circa 400 beneficiari diretti.